Languente

Lan`guen´te


adv.1.(Mus.) In a languishing manner; pathetically.
Mentioned in ?
References in periodicals archive ?
Languente afflitto un esule scena e romanza [from Ida della Torre] (Milan: Ricordi, [1838]); Quando quelVuom, quell'unico scena e cavatina (Milan: Ricordi, [1838]); Non sai tu che un solo istante scena ed aria [from Ida della Torre] (Milan: Ricordi, [1838]); E tu pur leggi o barbaro quartetto da Ida della Torre (Milan: Ricordi, [1838]); Uno sguardo di fidanza scena coro religioso e preghiera (Milan: Ricordi, [1838]); Gaetano Donizetti.
62) (VIII 579): <<Voto enim pro me languente gravissime ad beatum Patrem Franciscum emisso a matre, cum adhuc essem puerulus, ab ipsis sum mortis faucibus erutus et in robur vitae incolumis restitutus>>.
Anche la quarta poesia, L'invetriata, una delle piu note e frequentemente antologizzata, non puo non avere per sfondo un paesaggio urbano: nella sera, estiva, definita in successione fumosa, con veste di velluto, fatua (con iterazione), l'odor di putredine invade l'interno della stanza e sembra visibilizzarsi per sinestesia in unapiaga rossa languente, con ossessivi recuperi di alcuni elementi topici anche rimbaldiani (l'invetriata, il terrazzo sul fiume, il ponte, la lampada).
con poco ordine il languente corpo a terra si cadete con tanta abundanza di sangue che quasi impossibile era che li giovaneto corpo tanto se tenesse.
Quando poi il servitore, nel frangente meno opportuno, dinanzi, cioe, ad una Mirandolina che, da superba attrice quale e, di molto superiore alle due comiche 'vere,' appunto Ortensia e Dejanira, si atteggia ad innamorata languente e ripudiata, nonche priva di sensi, si presenta al suo cospetto con gli oggetti che evocano metonimicamente il viaggio, vale a dire la spada, il cappello e i bauli, eccolo dare in escandescenze, mettendo precipitosamente in fuga (si badi bene, speculare: "Va via, che tu sia maledetto.