Maia

(redirected from Maiesta)
Also found in: Thesaurus, Encyclopedia.

Mai·a

 (mā′ə, mī′ə)
n.
1. Greek Mythology A goddess, the eldest of the Pleiades.
2. The brightest star in the Pleiades.

[Latin Māia, from Greek Maia, from maia, good mother, nurse; see mā- in Indo-European roots.]

Maia

(ˈmaɪə)
n
(Classical Myth & Legend) Greek myth the eldest of the seven Pleiades, mother by Zeus of Hermes
ThesaurusAntonymsRelated WordsSynonymsLegend:
Noun1.Maia - type genus of the MajidaeMaia - type genus of the Majidae; nearly cosmopolitan in distribution
arthropod genus - a genus of arthropods
family Majidae, Majidae - spider crabs
European spider crab, Maja squinado, king crab - a large spider crab of Europe
Translations
References in periodicals archive ?
Sicche preghiam la maiesta divina ch'apra talmente a noi l'interno lume, che non ne siano i nostri eccessi ascosi.
La oration del Magnifico & Clarissimo Misier Hieronymo Donado Orator Veneto: facta ala sacra Maiesta de re Maximiliano.
E ancora che Seneca tra i Latini non abbia mai posta mano alle tragedie di fin felice, ma solo si sia dato alle meste con tanta eccellenza quasi in tutte le sue tragedie egli avanzo (per quanto a me ne paia) nella prudenza, nella gravita, nel decoro, nella maiesta, nelle sentenze, tutti i Greci che scrissero mai, quantunque nella elocuzione potesse essere piu casto e piu colto ch'egli non e (vizio dell'eta nella quale egli scrisse, perche gia la lingua latina cominciava insieme con l'imperio romano a cadere dalla sua purita e dalla eccellenza sua).(31)
Dempsey begins by discussing Simone Martini's Maiesta and how just the glimpse of golden hair around the Madonna's face was evocative of the literature of courtly love and cortesia.
(98.) "Questi erano certi inditii che non era volunta de la sua Maiesta ne el ben vostro restar in quelle parte et viver in solitudine, lassando privi molti amici vostri et innumere altre persone di grande utilita, la qual prendevano per la conversation vostra" Camaldoli no.
Capra, 98, identifies the effects of feminine beauty as nonsoche: "La quale vista, il qual amore, il qual desiderio non si puo muovere se non da un non so che piacere che agli occhi nostri corre ogni volta che si giudizia alcuna cosa esser bella." Capra, 96-97, also defines the corporeal beauty of woman by its effects on man and claims that it is more pleasing than the spiritual qualities of dignita and maiesta. He does not apply the term vaghezza, but its qualities are identical - "una venusta, una attrazione piena di desiderio, piena d'amore e questa e propria e peculiare de le donne."
Otto distinguishes several elements or characters according to their relevant effects on subject: tremendum, maiestas, energicum, mirum, fascinam, augustum (or sanctum).
Haec enim omnia nisi servet interpres, prima orationis maiestas omnino deperti et fatiscit.