abrocome


Also found in: Thesaurus.
ThesaurusAntonymsRelated WordsSynonymsLegend:
Noun1.abrocome - ratlike rodent with soft fur and large ears of the Andesabrocome - ratlike rodent with soft fur and large ears of the Andes
gnawer, rodent - relatively small placental mammals having a single pair of constantly growing incisor teeth specialized for gnawing
References in periodicals archive ?
--Reissued in Paris, 1748* as Amours d'Abrocome et dAnthia, histoire Ephesienne, traduite de Xenophon, par M.
Anonymous, Les Amours d'Ismene et d'Ismenias, suivis de ceux d'Abrocome & dAnthia, Geneve, 1782*.
Antonio Maria Salvini, Di Senofonte Efesio, degli Amori di Abrocome e d Anthia libri V.
quella donna ?[umlaut] molto pi?[sup.1] di come gli estranei (Abrocome)
che vive con lui le vicende del romanzo (27)); Abrocome infatti dice di
d'azione del romanzo di Abrocome ed Anzia: nel rapporto
Leucippe e Clitofonte, Dafni e Cloe, Anzia e Abrocome, Bari.
5.1.2 narra l'incontro di Abrocome con un pescatore, ma non fa riferimento al gesto di dividere il mantello; 2) Apuleio, Met.
Il diffuso tema letterario della passione della padrona per il servo ha riscosso successo anche nel romanzo: Senofonte Efesio racconta, in 3,12-4,1-4, l'appassionato quanto criminale amore della padrona Cino per il servo Abrocome; Eliodoro, in una lunga esposizione che abbraccia il settimo e l'ottavo libro dei suoi Ethiopika, narra la vicenda dell'amore non corrisposto della regina Arsace per il prigioniero e schiavo Teagene.
Non meno diretta e Cino, la quale, innamoratasi a prima vista di Abrocome, non riesce piu a trattenersi e, smaniosa di appagare il proprio desiderio (3,12,3), incalza il giovane con la richiesta di vivere insieme, una volta eliminato il marito Arasso (3,12,4).
In what follows, I will argue that in Roman Greece, when the Ephesiaka was composed, Panthea and Abradates' story was so celebrated that we can take for granted a reference to it on the part of Xenophon of Ephesus, who adapted his character names so as to make them sprechende Namen ('Anthea' = 'Flora', 'Abrocomes' = 'Delicate hair').
(19) Thus, when Xenophon (!) introduced his own wise-and-beautiful (sophron kai kale!) Anthea, (20) none of his contemporary readers could help thinking of Panthea: somehow, his Anthea and Abrocomes jokingly recreates the story of Panthea and Abradates from the Cyropaedia of Xenophon the Athenian.