vetturino

vetturino

(ˌvɛtʊˈriːnəʊ)
n, pl -nos or -ni (Italian -ni)
a person who drives a vettura
Mentioned in ?
References in classic literature ?
Could we render this inimitable picture properly, then would everybody exclaim, "Beautiful, unparalleled Italy!" But neither the young Divine said so, nor anyone of his grumbling companions in the coach of the vetturino.
The carriage with its hired vetturino on the coach box will in fact convey them as far as Pisa.
He smiles at her greed, then leans out to tell the vetturino: Avanti!
Anche il suo arrivo rispetta determinati canoni: il vetturino che porta Paul che non vuole proseguire nel suo percorso, dichiarandosi spaventato dal posto maledetto; l'entrata nella locanda con le persone che scrutano il medico incerte, spaventate dal fatto che possa venire a conoscenza del loro terribile segreto.
Again, Sophia's text is no exception, as we see in her fascinating references to one of the few Italians who does inhabit her book, a handsome vetturino who superintended the family's journey and drove their stagecoach from Florence back to Rome.
Caro amato ragazzo: Lettere d'amore a un giovane vetturino, 1868-1880, ed.
And lest we romanticize an earlier time, note that the actual Grand Tour, when it expanded in popularity during the eighteenth century, was available as a package deal replete with hotels, meals, and a vetturino for hire to ensure that the tourists and their luggage made it safely from site to site.
Developer: Ilexsoft, Via San Vetturino 20/T, 06126 Perugia, Italy; (39-75) 38182; www.ilexsoft.com.
Sophia remembered the driver: "We had a nice old vetturino, Gaetano by name, who looked like a New England farmer, with a face placid and gentle and not at all Italian in color or expression"(S.
Si pensi alla moglie dell'oste "che deve cucinare e servire a tavola, tenendo quasi sempre in collo uno dei suoi due figli," perche il marito non le da mai aiuto, o alla moglie "malata al cuore" dell'anziano capostazione, che da questo ba avuto ben "sei figlie e un ragazzo;" e ancora piu alla struggente figura dell'operaia che ogni giorno al passare della diligenza postale comincia a piangere perche segue con gli occhi quel vetturino che l'ha resa madre e che neppure la degna di uno sguardo, lui uomo abituato a quelle imprese maschie, se "Aveva gia fatto cosi con altre due," come racconta il marito dell'ostessa.